Stampanti 3D

La migliore stampante 3D per iniziare

Anycubic I3 Mega

Prima di addentrarci in marche, modelli e specifiche tecniche sarebbe forse meglio chiarire cosa intenda io per “migliore” e per “iniziare”.

La stampante con la quale iniziare ila fantastico viaggio nel mondo della stampa 3D deve, a parer mio avere le seguenti peculiarità:

1. Plug’n Play, out of the box

Per un neofita della stampa 3D (e magari anche del DIY) dover anche montare una stampante da zero, magari anche dovendo saldare/caricare il firmware/ecc. potrebbe voler dire farsi passare immediatamente la voglia di entrare a far parte di questo fantastico mondo.
Quindi un requisito importante per la scelta della prima stampante 3D è di poterla tirar fuori dalla scatola, fare meno operazioni possibili (e possibilmente semplici) per assemblarla, collegarla all’impianto elettrico e procdere subito con la prima stampa.
In gergo, tutto questo si chiama plug’n play (connetti e usa), out of the box (fuori dalla scatola).

2. Dimensioni piatto di stampa

Le dimensioni del piatto di stampa sono direttamente responsabili delle massime dimensioni degli oggetti che andremo a stampare, quindi maggiori saranno le dimensioni del piatto, maggiore sarà la gamma di oggetti che potremo andare a stampare.
Le dimensioni più comuni sono 200 x 200 x 200 (mm).

3. Compatibilità hardware/software

La stampante dev’essere compatibile con i comuni formati software e slicers e gli eventuali pezzi di ricambio devono essere di facile reperibilità.

4. Prezzo

Essendo la prima stampante che si compra (si, se vi piacerà ne comprerete altre, velo garantisco!) il prezzo dev’essere ragionevole, non troppo basso (un prezzo sensibilmente troppo basso è sintomo di componenti di scarsa qualità) e non troppo alto (è la prima, “e se poi la stampa 3D non fa per me?”)

Se questi punti vengono rispettati va da se che il punto 4, ovvero “Diffusione“, ovvero il bacino d’utenza potenziale con il quale posso confrontarmi per avere pareri qualora incontrassi problemi nell’utilizzo, sarà una piacevole conseguenza.

Detto questo, ladies and gentlemen, sono lieto di introdurre la capolista (a mio parere) delle stampanti 3D per iniziare:

 

Anycubic I3 Mega

 

La Anycuibc I3 Mega rispetta tutti i punti precedentemente elencati, in particolare:

  • la stampante 3D arriva si da montare, ma ha solo n. 2 pezzi da assemblare insieme;
  • struttura in metallo, quindi la stampa risulta più stabile;
  • il piatto di stampa è un Ultrabase in vetro da 5mm che permette stampe di grande formato ( 210 x 210 x 205 mm );
  • la stampante è facilmente controllabile tramite il pratico display TFT installato sulla base;
  • il rapporto qualità/prezzo è ottimale;

Il corredo all’intero della scatola è il seguente:

  • 1kg di filamento PLA colore random (solitamente nero);
  • Classico tronchesino;
  • Spatola;
  • Micro SD 8gb;
  • Adattatori USB e SD;
  • Varie chiavi a brugola e non;
  • Guanti in lattice (perchè?);
  • Porta bobina filamento;
  • Estrusore di riserva (con tubo in teflon);

L’assemblaggio dura pochi minuti, il piatto non è compatibile con i sensori di auto-livellamento ma francamente non se ne sente la mancanza in quanto è sopperita via software e, lanciando la procedura dal pratico display touch TFT da 3,5 pollici che ci permette di controllare l’intera stampante, questa ci porterà via una manciata di secondi.
Il sensore di fine filamento (in caso terminasse il filamento da estrudere interrompe la stampa, solleva il gruppo estrusore, mantenendone la temperatura, dandoci ci così modo di ripristinarlo o anche cambiare colore) e la possibilità di poter riprendere stampe interrotte in caso di assenza di corrente (volontaria o casuale) sono altri valori aggiunti a questa splendida stampante 3D che chiudono una confezione che si porta a casa a meno di 400 euro (su Amazon, se la volete in tempo breve).

Conclusioni

Ogni volta che qualcuno mi chiede un consiglio sugli acquisti per cominciare a stampare PLA o ABS io vado sul sicuro e ripeto ciò che prima ho scritto, consigliando la Anycubic I3 Mega.
Perchè se io dovessi iniziare nuovamente da zero certamente acquisterei questa bellezza e sarei così operativo in pochi minuti avendo da subito una qualità di stampa paragonabile ad una qualsiasi stampante di fascia superiore.

Questo è quanto, alla prossima!

no commenti

Maker

Ogni giorno cerca di essere un maker migliore.